Pedersoli Pedersoli
Black powder Pistole

Deringer Philadelphia

Un classico della storia delle armi divenuta una vera e propria icona per le sue piccole dimensioni e per il suo ruolo di pistola adatta alla difesa personale. John Henry Deringer (1786-1868) quando nel 1806 aprì la sua fabbrica d’armi a Philadelphia, Pennsylvania, non si aspettava che una sua futura creazione avesse potuto avere un successo tale da ispirare anche molti altri fabbricanti ben fino agli inizi del 1900. La notorietà delle pistole tascabili di Deringer fu incrementata, verso la fine della sua produzione, anche da una pagina molto triste della storia americana. Un esemplare simile a questo, infatti, fu trovato in un palco del teatro Ford di Washington, dove la sera del 14 aprile 1865 fu ferito mortalmente il presidente Abramo Lincoln per mano di John Wilkes Booth.
Deringer fabbricava pistole e fucili militari, anche a pietra focaia, pistole da viaggio e da duello, ma la produzione di questo modello, circa quindicimila pezzi, inizia nel 1850 e si conclude nel 1870, due anni dopo la sua morte. La lunghezza della canna variava da 11/2” a 6”. Lo stile di Deringer, copiato in seguito dagli altri produttori, permise di identificare con il termine ‘derringer’ ogni pistola tascabile.
La nostra Deringer Philadelphia è una riproduzione fedele con fornimenti in ottone e l’acciarino tartarugato, sulla cui cartella è riportata la scritta, su due righe, Deringer / Philadela. La canna, brunita color marrone, è completata da una tacca di mira, con visuale a V, e da un mirino a lama. L’impugnatura del calcio, in legno di noce verniciato, presenta dei pannelli zigrinati incrociati.
L’arma è disponibile anche in cofanetto di legno con alveoli in cui, oltre alla pistola e alla sua bacchetta di caricamento, è ospitata anche una fiaschetta (C.945)